Hai voglia a ………

Rachel Strauss con i loro rifiuti di un anno

Hai voglia a leggere, su “La Repubblica”, del record della famiglia inglese Strauss (tre persone : papà dirigente, mamma casalinga, figlia studente), che a Longhope, contea del Gloucester, è riuscita a riciclare quasi tutti i loro rifiuti di un anno, a parte una borsetta trasparente, di quelle della spesa, dove necessariamente (secondo loro) hanno inserito : qualche rasoio da barba (il marito non riesce a farsi la barba con quelli a lamette riciclabili?), le penne biro della figlia (chissà come mai persone così lungimiranti non hanno fatto usare alla figlia la stilografica?), qualche giocattolo rotto (anche quì impossibile da riciclare?), delle pellicole da 35 mm (ma la fotografia digitale non sanno cosa è?). Il tutto sa un pò di abile campagna propagandistica sul riciclaggio dei rifiuti.

http://www.repubblica.it/ambiente/2011/01/09/news/strauss_rifiuti-10995907/

Certo, comunque, grande risultato, un bell’esempio, testimoniato anche sul sito da loro creato “http://myzerowaste.com/” (70.000 visite al mese), ma riciclare è molto, molto più facile, se si vive in un piccolo paese, possedendo una grande casa unifamiliare (con molto spazio), con un giardino, che facilmente può diventare, in parte, un orto/frutteto. Se tua moglie/madre, fa di lavoro la casalinga, e può passare le giornate a fare il pane in casa, a “lavorare” le verdure e la frutta, raccolte, per farne: minestroni, passate, verdure ripiene, marmellate, conserve, ecc.. Si è vero riciclare è più semplice di quanto ci si immagina, non costa nulla ed anzi fa risparmiare, però richiede tempo a disposizione e molto spazio, per stoccare i generi alimentari ed i prodotti non più utilizzati (vestiti, mobili, oggetti, ecc.) da donare ad associazioni.

La realtà in Europa è parecchio ben diversa, visto che oltre il 65% della popolazione europea vive in appartamenti, e solo il 35% risiede in villule o villini, ed inoltre molte donne lavorano. La realtà in merito ai rifiuti solidi urbani ed al loro riciclo, come ci spiegano i diagrammi sottostanti, è molto diversa dalla punta di diamante (o presunta tale), rappresentata dagli Strauss.

Questi dati, ci testimoniano di una realtà ancora molto distante da una effettiva “tendenza verso rifiuti zero”, anzi ci disegnano un’Europa, in cui i rifiuti sono in costante aumento, ed il riciclaggio segue, con il fiato corto, questo trend. Insomma, bisogna innanzitutto rimboccarsi le maniche, essere parte attiva di un movimento per i rifiuti zero, presente dovunque nella società europea, ma sottovalutato. Perchè il RICICLAGGIO dei rifiuti solidi urbani, soprattutto, DIPENDE ESCLUSIVAMENTE DA NOI !!!

Con il rispetto del copyright delle immagini selezionate

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...